Ultimi Tweet

Home » Chi siamo

Chi siamo

Studio di Arboricoltura fonde la ventennale esperienza professionale e le specifiche competenze dei propri professionisti nei settori della progettazione paesaggistica e naturalistica, nell’arboricoltura ornamentale, nella gestione degli spazi verdi pubblici e privati, nel contrasto al climate change attraverso le progettazione di interventi forestali in ambito urbano, nella formazione professionale.
Elevato grado di specializzazione, capacità di gestire problematiche complesse e forte motivazione sono i punti di forza che consentono ai professionisti dello Studio ed ai collaboratori di affiancare i loro clienti come un partner concreto, tempestivo ed efficiente.

consulenza_agronomicaTitolare dello Studio di Arboricoltura è Andrea Pellegatta. Arboricoltore, specializzato nella gestione del verde urbano, da anni si occupa di attività di consulenza per la gestione delle alberature, progettazione del verde pubblico e privato, recupero e gestione del verde storico. Membro della International Society of Arboriculture (ISA), nel 2002 è stato socio fondatore della Società Italiana di Arboricoltura (SIA).
Tra i primi in Italia (1995) ha utilizzato il metodo V.T.A. (Visual Tree Assessment) per la verifica della stabilità degli alberi.
E’ socio fondatore di Rete Clima, ente no profit che nasce come gruppo di lavoro per il contrasto al cambiamento climatico, in una logica di networking tra soggetti diversi, impegnati da anni in campo ambientale, energetico, educativo e sociale, di comunicazione e di marketing, di formazione di adulti, di gestione del verde.
E’ autore di diverse pubblicazioni scientifiche relative all’arboricoltura. E’ autore del libro: “Alberi in città, un risorsa da tutelare”, Verona, 2013.

Premi e riconoscimenti
ForestSkill-300x271Andrea Pellegatta, titolare dello Studio, fa parte del team vincitore del concorso “Forest Skill”, con il progetto Progetto FELCE – Il territorio respira (ForestazionE Locale per la CompensazionE di CO2) . Obiettivo del proegtto: promuovere la compensazione forestale di CO2 in un Comune lombardo, nell’ambito di reti relazionali intessute con diversi soggetti pubblici e privati. Il progetto ha infatti previsto la realizzazione di un Carbon sink urbano (cioè una foresta protettiva deputata all’assorbimento di CO2). Il concorso è stato promosso da Fondazione Italiana Accenture e Fondazione Collegio delle Università Milanesi, con l’obiettivo di stimolare idee originali e innovative volte a generare nuove opportunità di lavoro per i giovani attraverso l’uso intelligente del patrimonio boschivo italiano.