Ultimi Tweet

Home » Attività » Censimento del verde

Censimento del verde

Il patrimonio vegetale esistente in una città è una ricchezza collettiva e pubblica, che deve essere gestita e guidata con le migliori condizioni di tecnica colturale e manutentiva per esprimere al meglio le funzioni ecologiche e di arredo urbano.

Il censimento del verde è uno strumento operativo e tecnico importantissimo per programmare, gestire, utilizzare ed orientare lo sviluppo futuro delle aree verdi.

Il censimento del verde deve raccogliere elementi qualitativi e quantitativi, ed essere realizzato in modo continuo ed aggiornato. E’ utile all’amministrazione comunale per conoscere l’entità del patrimonio verde, unitamente allo stato fitosanitario e di custodia in cui lo stesso si trova. Diventa quindi strumento indispensabile per poter redigere piani e programmi di manutenzione/gestione e per determinare e stimare le risorse economiche per la gestione e lo sviluppo delle aree verdi. Serve anche per capire quali quartieri/frazioni hanno parchi e giardini e quali no e, quindi, dove costruire quelli nuovi.

Il sistema di rilievo
Gli elementi vegetali presenti sul territorio sono individuati e posizionati su cartografia digitalizzata. Oltre alla posizione, per ogni elemento localizzato vengono raccolti una serie di dati quantitativi e qualitativi, normalmente concordati con la D.L. prima dell’inizio dei lavori e che costituiscono il database del rilievo.

I dati ottenuti sono elaborati con un G.I.S. (Geographic Information System) che permette l’analisi di mappe digitalizzate in connubio con dati alfanumerici.

I G.I.S. consentono di rappresentare geograficamente i dati rilevati utilizzando un personal computer e permettono sempre le seguenti tre possibilità:

  • avere una mappa digitalizzata del territorio;
  • avere un database organizzato contenente le informazioni da rappresentare in mappa;
  • collegare i dati del database alle entità grafiche (codice ecografico).

Le planimetrie generali e le mappe tematiche prodotte possono essere consegnate, oltre che in forma cartacea, anche su supporto informatico in formato visualizzabile da software freeware.

Catasto arboreo
Particolare cura è posta nel rilievo degli alberi (catasto arboreo). La scheda di rilievo contiene importanti informazioni circa lo stato di salute dell’albero (ed in modo particolare sulle condizioni fitopatologiche e di stabilità) e la descrizione degli interventi di cura e conservazione (tipologia e quantificazione economica, eventualmente capitolato/elenco prezzi già esistente).

Tutti gli alberi ad alto fusto sono sottoposti ad uno screening visivo per la verifica della presenza di anomalie morfologiche, patologiche o strutturali (VTA – visual tree assessment). Per ogni albero si indica la necessità o meno di effettuare ulteriori indagini (visiva e strumentale) per la definizione delle condizioni di stabilità.

Schede per il rilievo degli elementi vegetali
Per ogni elemento vegetale censito (alberi, arbusti, aree, aiuole, ecc…) viene compilata una scheda di rilievo.
Tutte le schede sono concordate con la D.L. prima dell’inizio dei lavori. Generalmente le informazioni raccolte riguardano:

  • dati per l’identificazione e la classificazione dell’elemento;
  • osservazioni sulle condizioni vegetative e fitosanitarie, stato di conservazione, condizioni di stabilità (nel caso degli alberi);
  • indicazione delle operazioni ordinarie e straordinarie per la cura e conservazione dell’elemento vegetale. Per consentire all’Amministrazione una corretta pianificazione degli interventi, le operazioni sono suddivise in base alle priorità, e concordate all’inizio dei lavori.

Base Cartografica
La base cartografica viene normalmente fornita dal committente in formato compatibile con il sistema di rilievo, ovvero in formato vettoriale o raster da vettorializzare, e deve essere il più recente possibile.

WeBGIS
Il censimento può essere pubblicato sul web attraverso un WeBGIS. Un progetto WebGIS si distingue da un progetto GIS per le specifiche finalità di comunicazione e di condivisione delle informazioni con altri utenti (ad esempio i cittadini).

Fornitura dati
Il prodotto finale è costituito dalla seguente documentazione:

  • relazione tecnico-descrittiva;
  • schede, tabelle, report degli elementi censiti;
  • piano degli interventi;
  • documentazione fotografica;
  • cartografie del rilievo generale;
  • cartografie tematiche.

Redazione Piano degli interventi
Partendo dal presupposto che vi sia da parte dell’Amministrazione Pubblica la necessità di programmare e pianificare l’esecuzione delle operazioni manutentive, le singole operazioni vengono suddivise secondo tre priorità:

  • Priorità elevata: intervento necessario alla messa in sicurezza. Da realizzare nel breve periodo.
  • Priorità media: intervento di tipo manutentivo ma da realizzare nel medio periodo.
  • Priorità bassa: intervento di manutenzione ordinaria (da programmare).

I dati raccolti in campo sono inseriti su hardware specifici ad alte prestazioni, progettati per l’utilizzo in qualsiasi tipo di ambiente ed in grado di sopportare l’elevato carico di usura proprio delle condizioni più estreme. I dati sono successivamente scaricati su una base operativa centrale ove sono installati programmi specifici studiati per gestire in modo efficiente e con un alto grado di affidabilità e sicurezza il verde di una città.

Tutte le fasi dei lavori sono seguite da professionisti con decennale esperienza nel settore (agronomi e periti agrari iscritti ai relativi albi professionali) con precise competenze agronomiche, botaniche e di gestione del verde.